Lampada e poltrona vintage

Poltrone anni 50 60 di modernariato e altri mobili: i modelli cult

È ormai qualche tempo che sono tornati di moda oggetti dal sapore antico che arricchiscono e caratterizzano lo stile di un’abitazione,  prendendo posto tra gli arredi come pezzi unici e preziosi di design.

Spesso vengono utilizzati in contrasto con uno stile di arredamento contemporaneo, in modo da risaltare tra gli altri: poltrone, divani, scrivanie… Tutti elementi d’epoca che, se abbinati con gusto, danno alla stanza un’atmosfera unica.

Ti sei mai chiesto quali siano quelli più ricercati, che sono diventati nell’immaginario collettivo, dei veri e propri cult?

Nell’articolo ti parlo di alcuni di questi pezzi, sicuramente li conosci se sei un appassionato di poltrone anni 50-60 di modernariato o di mobili dello stesso periodo, oppure potresti averli visti all’interno di film e di serie televisive, come elementi iconici che richiamano il preciso periodo storico al quale sono appartenuti.

1- Barcelona Chair

Icona storica del design, prodotta da Knoll a partire dal 1953, è la Barcelona chair, che deve il suo nome all’architettura per cui è nata: il padiglione realizzato a Barcellona per l’Esposizione Universale del 1929.

L’ispirazione di questa poltrona è di impronta razionalista e, tra i set, uno dei più famosi nel quale la incontriamo è nell’ufficio del superiore di 007-Casino Royale.

Oggi non è difficile vedere rifacimenti moderni di questo pezzo unico nelle case o negli uffici, anche se non tutti conoscono le origini storiche di questa poltrona di design.

2- Arco Flos di Achille e Pier Giacomo Castiglioni

Si tratta di uno dei prodotti di disegno industriale ad oggi più famosi e venduti, progettata nel 1962 per l’azienda italiana Flos da Pier Giacomo e Achille Castiglioni.

Negli anni (oltre 50 dal primo progetto) ha ricevuto un apprezzamento così diffuso da entrare a far parte delle collezioni permanenti del Triennale Design Museum di Milano e del MoMA di New York.

Inoltre la lampada Arco riceve nel 2007, dal Tribunale di Milano, una tutela sul diritto d’autore identica a quella che viene data alle opere d’arte: si tratta di un vero e proprio avvenimento storico per il disegno industriale, che ha portato alla modifica delle norme dello stato.

3- Sedute Thonet

Originali degli anni ‘50, hanno addirittura ricevuto il placet da LeCorbousier, che le ha definite come “il miglior prodotto di design mai creato, una straordinaria integrazione di tecnica e di stile”.

Oggi i modelli Thonet sono esposti nei maggiori musei di Design del mondo come il MOMA di New York o il Vitra Museum in Germania.

Distinguere i falsi dagli originali

Ma come si distinguono questi e i molti altri pezzi originali da quelli falsi?

La prima spia d’allarme, inutile dirlo, è il prezzo: se trovi questi oggetti a poche centinaia d’euro, (il che significa quasi regalate) probabilmente non hai trovato l’affare, piuttosto sei incappato in un pezzo “falso”.

Il settore dell’antiquariato, del modernariato e degli oggetti d’epoca, infatti, mentre vedeva crescere il pubblico degli appassionati è entrato nel mirino dei falsari.

Da un lato i tarocchi veri e propri, spesso prodotti in Cina con materiali scadenti; dall’altro le cosiddette imitazioni d’autore, ossia prodotti realizzati da piccole aziende, molte delle quali italiane, che si “ispirano” liberamente agli originali, realizzando arredi anche di buona qualità che un occhio inesperto potrebbe scambiare per i veri.

Un altro dettaglio da tenere in considerazione per essere sicuro di acquistare l’originale: attenzione al logotipo, alla firma e al numero progressivo stampato su ogni pezzo; morbidezza, lucidità e resistenza della pelle e dei cuscini;  saldature lisciate e lucidate e quindi sostanzialmente invisibili; curvature omogenee e costanti.

Questo non significa che bisogna trasformarsi tutti in esperti o rassegnarsi a non realizzare mai un buon affare. Significa piuttosto affidarsi ai canali giusti e garantiti, chiedendo conto dei particolari sopra elencati.

Quando mi è capitato di avere alla Galleria del Novecento questo tipo di oggetti, rispondere alle domande e permettere agli interessati di assicurarsi dell’autenticità del mobile è sempre stata la strategia vincente per fornire un oggetto unico e originale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *